Tasse ed Imposte Comunali 2013

Nell'anno in corso in tema di finanza locale ci sono state numerose novità rispetto al 2012. Di seguito sono riportate le scelte fatte rispetto a tutte le imposte e tasse per il nostro comune.

Nell'anno in corso in tema di finanza locale ci sono state numerose novità rispetto al 2012. Di seguito sono riportate le scelte fatte rispetto a tutte le imposte e tasse per il nostro comune.

ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF. L'amministrazione comunale in sede di bilancio di previsione ha confermato l'aliquota dello 0,5% invariata rispetto al 2012.
IMU ABITAZIONE PRINCIPALE. Per quanto riguarda la tassazione sulla casa ci sono state grosse variazioni durante l'anno: inizialmente nulla doveva cambiare rispetto al 2012, in realtà in corso d'esercizio il governo ha scelto di annullare il pagamento per tutte le abitazioni principali. Il Comune di Lamon aveva confermato l'aliquota base del 2012 pari allo 0,4%. I mancati introiti sono stati coperti da ulteriori trasferimenti dallo Stato. Per i cittadini di Lamon non è prevista nessuna mini-IMU poiché non era stata aumentata l'aliquota rispetto al 2012.
IMU ALTRI FABBRICATI. E' rimasta invariata invece la normativa per gli altri fabbricati (seconde case e fabbricati ad uso produttivo) ed anche in questo caso l'amministrazione ha confermato le aliquote dell'anno precedente: 0,9% per le seconde case ed altri fabbricati e 0,76% per i fabbricati ad uso produttivo di aziende in attività.
TARES. La novità principale per l'anno 2013 è l'introduzione della TARES che ha sostituito la vecchia TARSU ovvero la tassa rifiuti.
Fino all'anno scorso i costi sostenuti dal Comune di Lamon per la gestione dei rifiuti (servizio di raccolta, smaltimento, costi del personale, spazzamento strade, smaltimento ghiaino, ecc...) erano coperti dalla tassa (dai cittadini) per l' 80% e da fondi propri di bilancio per la restante quota. Dal 2013 la normativa impone che i costi debbano essere coperti per intero dai cittadini attraverso la tassa TARES. Questa novità ha introdotto necessariamente un aumento della tariffa, fortunatamente mitigato dai risparmi che si sono avuti dal nuovo sistema di raccolta differenziata introdotto nel 2012: applicando l'attuale normativa TARES con il vecchio sistema di raccolta rifiuti gli aumenti delle tariffe sarebbero stati superiori al 30%.
Con il nuovo sistema invece l'aumento della bolletta dei rifiuti per i residenti è stato quindi del 5%. Maggiore è stato invece l'aumento per i non residenti che già usufruivano di particolari agevolazioni e riduzioni.
Oltre alla quota relativa ai rifiuti, la normativa TARES ne prevedeva originariamente un'ulteriore per il finanziamento dei servizi indivisibili dei comuni quali ad esempio le spese per l'illuminazione pubblica, la manutenzione delle strade, la manutenzione degli edifici. Tale quota fissa, che i lamonesi stanno pagando in questi giorni, doveva essere pari a 0,30€ al metro quadrato e applicata a tutti i fabbricati, sia per i proprietari che per gli inquilini. Durante il 2013 però il governo ha deciso di incamerare direttamente questa quota fissa della TARES lasciando ai comuni il solo compito di riscuoterla.
In questo scenario possiamo considerare positivo che le tariffe non abbiano avuto particolari aumenti rispetto l'anno 2012.
Negli ultimi anni sono cambiate molte cose in termini di finanza locale: si può tranquillamente affermare che il Comune di Lamon (come del resto gli altri) non riceve più trasferimenti dallo stato (quest'anno abbiamo ricevuto solo il rimborso dell'IMU prima casa cancellata dal governo, ma si è trattato di un'eccezione). I comuni si finanzieranno da soli, in parte grazie al fondo di solidarietà intercomunale ma soprattutto con le tasse dei cittadini.

2014. Per il prossimo anno si prospettano ulteriori novità in tema di fisco locale, ci dovremo infatti confrontare con la Service TAX che dovrebbe chiamarsi IUC (Imposta unica comunale).
La IUC sarà composta da Imu (Imposta municipale unica), Tari (Tributo per la raccolta dei rifiuti) e Tasi (Tassa sui servizi comunali, come ad esempio trasporti e illuminazione).
Le prime case non pagheranno l’Imu, ma dovranno versare la Tari, commisurata ai rifiuti prodotti, e la Tasi.
A fare la differenza sul livello delle imposte sarà la Tasi. Sulle abitazioni principali l’aliquota base della Tasi è stata fissata allo 0,1% con la possibilità da parte del Comune di aumentarla fino al 0,25%
La Tasi dovrà essere pagata sia dal possessore sia dall’utilizzatore dell’immobile, quindi verranno coinvolti anche gli inquilini.
Sarà obiettivo dell'amministrazione definire le varie aliquote tenendo conto delle difficoltà in cui versano le famiglie e della necessità di garantire servizi sempre più efficienti.

Comune di Lamon

  Piazza III Novembre 16
    32033 Lamon (BL)
    C.F. 00204380257

 

  tel 0439.7941 - fax 0439.794234
  mail: lamon@feltrino.bl.it
  PEC: lamon@postemailcertificata.it