• Home

Frana Campion

Aggiornamento 4 maggio 2016

In relazione all'avvio della sirena di allarme avvenuto nel tardo pomeriggio del 03 maggio presso la frana dei Piei, la Provincia di Belluno  con una nota precisa che tale allarme non è riconducibile a nessuna variazione delle condizioni cinematiche del corpo di frana, in quanto lo stesso non è stato generato dal sistema di monitoraggio ma è stato provocato, con buona probabilità, da una anomalia elettrica.
Ogni tipo di allarme generato dal sistema di monitoraggio (pertanto riconducibile a variazioni cinematiche del corpo di frana) viene registrato nel data-log e genera l'automatica ricezione di SMS da parte delle utenze di competenza (Gestore del sistema), le quali a loro volta avviano una prima verifica dei dati.

Al fine di evitare ulteriori allarmi ingiustificati,  comunica  inoltre che nella mattinata di venerdì la Ditta fornitrice dell'impianto eseguirà alcuni test di prova per la verifica del corretto funzionamento. 

icona pdfAvviso test allarme


Aggiornamento 4 maggio 2016

In relazione all'avvio della sirena di allarme avvenuto nel tardo pomeriggio del 03 maggio presso la frana dei Piei, la Provincia di Belluno  con una nota precisa che tale allarme non è riconducibile a nessuna variazione delle condizioni cinematiche del corpo di frana, in quanto lo stesso non è stato generato dal sistema di monitoraggio ma è stato provocato, con buona probabilità, da una anomalia elettrica.
Ogni tipo di allarme generato dal sistema di monitoraggio (pertanto riconducibile a variazioni cinematiche del corpo di frana) viene registrato nel data-log e genera l'automatica ricezione di SMS da parte delle utenze di competenza (Gestore del sistema), le quali a loro volta avviano una prima verifica dei dati.

Al fine di evitare ulteriori allarmi ingiustificati,  comunica  inoltre che nella mattinata di venerdì la Ditta fornitrice dell'impianto eseguirà alcuni test di prova per la verifica del corretto funzionamento. 

 

Aggiornamento 17 marzo 2016

La Provincia di Belluno fa sapere che da oggi la ditta GAP Service è presente in cantiere per la ripresa dei lavori conseguenti la bonifica bellica. I lavori partiranno dalla zona di monte e consisteranno, a grandi linee, nella rimozione della colata di materiale in corrispondenza del canale principale, il ripristino dei percorsi, nella chiusura dei fori effettuati per la bonifica e successiva riapertura/risagomatura dei canali. Si procede anche con l'esecuzione dei drenaggi sub-orizzontali.

Durante il sopralluogo di lunedì scorso dei tecnici della Provincia di Belluno, alla presenza di alcuni abitanti di Piei, si è deciso di rimandare l'incontro pubblico in programma per oggi a quando i tecnici avranno elaborato i dati raccolti con gli ultimi rilievi per avere un quadro più aggiornato e completo. Presumibilmente l'incontro sarà verso la fine di marzo.

 


 

Aggiornamento 3 gennaio 2016

Pubblicata la relazione tecnica "Movimento franoso in località Piei" redatta dal Servizio di difesa del Suolo e Protezione Civile della Provincia di Belluno disponibile in allegato all'articolo.

 


 

 

Aggiornamento 14 settembre 2015

Il residuato bellico ritrovato nell'area di frana dei Piei è stato rimosso e fatto brillare dagli artificieri.

 


Aggiornamento 24 aprile 2015

Conclusa la prima fase di indagini. Proseguono i lavori di disboscamento dell'area di frana e la sistemazione della pista di accesso necessaria agli interventi programmati dalla Provincia. Si sta organizzando un incontro pubblico con geologi e tecnici della Provincia di Belluno. A breve sarà fissata una data, presumibilmente la prima settimana di maggio.

 


25 febbraio 2015

In località Piei, si è rimesso in moto un vecchio movimento franoso che interessa la zona di Campion. Negli ultimi giorni si è registrata una notevole accelerazione dello scivolamento a valle, la strada interpoderale è ormai impraticabile, una vecchia casa disabitata sta crollando e, in generale, tutta l'area sta cambiando aspetto con evidenti e importanti effetti sul bosco e sui prati.

Le prime avvisaglie della riattivazione si presentarono nel settembre scorso. Iniziarono i sopralluoghi congiunti Comune di Lamon-Provincia di Belluno per il costante monitoraggio del movimento. Il 4 novembre l'Ordinanza Sindacale n. 71 ordina la chiusura al transito nel tratto stradale di accesso alla località Campion, il 13 dicembre la chiusura al transito si allarga anche al traffico pedonale, non solo veicolare e il 21 febbraio una nuova ordinanza prevede la recinzione dell'area intorno al fabbricato pericolante, a tutela della pubblica incolumità.

Ieri, ulteriore sopralluogo con i geologi della Provincia, i quali hanno constatato l'accelerazione del movimento e confermato l'aggravarsi del fenomeno. Oggi inizia una fase di sondaggi per lo studio della geometria e dimensioni del moto franoso. L'origine del problema è presumibilmente l'acqua che scorre in profondità, anche in considerazione delle rilevanti piogge degli ultimi tempi. Tra qualche giorno si avranno i risultati delle indagini. Nel frattempo, abbiamo interessato la Prefettura, informata da tempo, e altri Enti competenti per un'azione congiunta di interventi.

L'abitato di Piei non è interessato dal fenomeno, ma ciononostante, le indagini in corso sono finalizzate, anche e soprattutto, ad escludere danni a abitazioni e cose, oltreché alla ricerca degli interventi più idonei sulla frana stessa.

Non appena si avranno elementi e risultati attendibili, procederemo alla adeguata informazione pubblica.

La scelta tra le varie ipotesi di una via alternativa di accesso a Campion sarà determinata dall'evoluzione della frana, dall'accordo con i proprietari e dal parere dei geologi.

Comune di Lamon

  Piazza III Novembre 16
    32033 Lamon (BL)
    C.F. 00204380257

 

  tel 0439.7941 - fax 0439.794234
  mail: lamon@feltrino.bl.it
  PEC: lamon@postemailcertificata.it